I principi dello Yoga educativo

Grazie ai suoi solidi principi, lo Yoga Educativo rappresenta lo strumento perfetto per favorire lo sviluppo fisico, emotivo e cognitivo di bambini e ragazzi.

La crescente quantità di ricerche sottolinea sempre di più come questa millenaria disciplina possa promuovere in maniera estremamente efficiente il benessere dei più giovani.

In questo articolo ti descriviamo nel dettaglio quali sono i principi dello Yoga Educativo!

Tabella dei Contenuti

Cos'è lo Yoga Educativo

Prima di vedere quali sono i principi dello Yoga Educativo, lascia che ti spieghiamo in breve cos’è e quali sono i suoi benefici!

Lo Yoga Educativo rappresenta un metodo pedagogico innovativo e rivoluzionario, che combina le antiche saggezze dello yoga con le più recenti scoperte nei campi pedagogico, psicologico e biomedico. I principi di questa disciplina affondano le proprie radici nell’Oki Do Yoga.

Adattato per essere allo stesso tempo divertente e stimolante, lo Yoga Educativo è progettato per rispondere alle caratteristiche individuali di ciascun bambino e adolescente (scopri i Progetti di Yoga Educativo per bambini e ragazzi).

Attraverso questa pratica, i più giovani vengono guidati nella scoperta dei diversi elementi che compongono la loro personalità, avvicinandoli alle sfere dell’identità personale, del processo di crescita, dell’armonia e del movimento, nonché della sottile correlazione tra flessibilità mentale e fisica

Il risultato è un profondo senso di benessere che scaturisce da una maggiore consapevolezza di sé e dallo sviluppo delle principali life skill.

L’obiettivo principale dello Yoga Educativo è quello di integrare e orientare i tradizionali percorsi educativi – sia scolastici, che non – per favorire una crescita più equilibrata dei bambini e degli adolescenti. Tale crescita è incentrata sul rispetto degli aspetti cognitivi, fisici e spirituali dei giovani, con l’intento di migliorare le relazioni con se stessi e con gli altri.

I principi dello Yoga Educativo

La metafora dell’albero è particolarmente utile per illustrare in modo efficace la struttura dello Yoga Educativo.

 

1) Alla base, troviamo le radici, ossia i principi dello Yoga Educativo: come le radici di un albero, questi sono vitali per fornire nutrimento, solidità e stabilità e garantire una crescita equilibrata e armoniosa.

 

2) Salendo, il tronco, gli otto passaggi dello Yoga Educativo, che includono: 

    1. cerchio di accoglienza;
    2. gioco di scarico per riequilibrare l’energia;
    3. respiro dinamico e statico;
    4. rilassamento e visualizzazione;
    5. asana: posizioni ispirate al mondo minerale, vegetale ed animale;
    6. giochi di contatto;
    7. massaggio;
    8. cerchio di saluto.

 

3) Infine, la chioma, le attività ludiche: include tutti quei giochi ed esercizi finalizzati allo scarico delle tensioni. Tra queste, troviamo le attività di scarico, di respiro, di visualizzazione, di contatto e di massaggio.

 

La struttura dello Yoga Educativo si regge sul processo principioconsapevolezza azione: attraverso il principio entro in contatto con il mio io interiore, dunque aumento la consapevolezza che porto infine nell’azione.

Considerata la loro importanza, vediamo nel dettaglio quali sono i principi dello Yoga Educativo!

Il principio della motivazione

Bambini e bambine sperimentano i principi dello yoga educativo

Il principio della motivazione si basa sull’idea che l’apprendimento sia più efficace quando risponde a un bisogno reale percepito dall’individuo. Questo concetto è particolarmente rilevante nell’insegnamento a bambini e adolescenti.

Per i bambini, il processo di apprendimento è facilitato da un approccio ludico (scopri l’importanza del gioco nello yoga per bambini!). Per loro, il gioco è un mezzo naturale per esplorare e interagire con il mondo. Pertanto, l’integrazione di elementi ludici durante l’insegnamento rende l’esperienza sia coinvolgente che educativa. Attraverso il gioco, i bambini possono apprendere aspetti dello yoga in modo che soddisfi la loro curiosità e il loro bisogno di movimento ed espressione.

Per gli adolescenti, invece, la motivazione spesso deriva dal bisogno di appartenenza a un gruppo e di stabilire relazioni significative. In questo contesto, lo Yoga Educativo può essere strutturato per incoraggiare il lavoro di gruppo e la costruzione di legami sociali. Le pratiche di gruppo e le attività che promuovono la collaborazione possono essere particolarmente efficaci.

Sia per i bambini che per gli adolescenti, il contatto fisico gioca un ruolo cruciale. Tecniche come il “massaggio yoga” possono essere utilizzate per insegnare l’importanza del contatto consensuale, rispettoso e curativo. Questo non solo rafforza la connessione mente-corpo, ma insegna ai giovani anche l’importanza del rispetto per se stessi e per gli altri.

Il principio della pratica

Tra i principi dello Yoga Educativo troviamo il principio della pratica. Questo principio si fonda sull’importanza insita nel fare pratica in prima persona e regolarmente per l’apprendimento e lo sviluppo delle abilità.

Attraverso la sperimentazione personale e l’allenamento costante, lo Yoga Educativo e i suoi benefici possono essere recepiti pienamente dai più giovani e diventare parte integrante della loro routine quotidiana.

La pratica è anche un mezzo per insegnar loro la perseveranza e la pazienza. In un’epoca caratterizzata da gratificazione immediata e innumerevoli distrazioni, lo Yoga Educativo offre ai giovani la possibilità di sviluppare la capacità di concentrarsi su un obiettivo a lungo termine, riconoscendo il valore e la soddisfazione che derivano dallo sforzo continuo e dal miglioramento graduale.

Il principio del respiro-consapevolezza

Questo principio insegna ai bambini e agli adolescenti l’importanza di essere consapevoli del proprio respiro, un aspetto cruciale per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza di sé e per il controllo delle emozioni.

Attraverso pratiche di respirazione guidata, gli studenti imparano a utilizzare il respiro come uno strumento per calmare la mente, ridurre lo stress e gestire le emozioni in modo più efficace

Questo tipo di consapevolezza aiuta i giovani a riconoscere e regolare le loro risposte emotive, sviluppando al tempo stesso una maggiore capacità di concentrazione e presenza mentale.

Il principio dell'alternanza

Il principio dell’alternanza si focalizza sull’equilibrio tra tensione e rilassamento: non può esserci rilassamento senza precedente tensione, e viceversa

Questo principio insegna ai bambini e agli adolescenti l’importanza dell’equilibrio tra sforzo e riposo sia nelle pratiche yogiche che nella vita quotidiana.

Nello yoga, questo si manifesta attraverso le asana, dove la tensione muscolare necessaria per mantenere una posizione è seguita da un rilassamento controllato. Questo ciclo di tensione e rilassamento non solo aumenta la forza fisica e la flessibilità, ma aiuta anche a sviluppare una maggiore consapevolezza del proprio corpo.

Applicando questo principio, gli studenti imparano a riconoscere e gestire le proprie energie, comprendendo l’importanza di equilibrare l’attività con il riposo. Ciò è fondamentale per il benessere generale, in quanto insegna ai giovani a riconoscere i propri limiti e a trovare un equilibrio sano nelle loro vite.

Il principio del rispetto

Il principio del rispetto sottolinea l’importanza del rispetto per sé stessi e per gli altri. Questo concetto è fondamentale per lo sviluppo di relazioni sane e per la costruzione di una comunità rispettosa e solidale.

Nello Yoga Educativo, il rispetto per sé stessi inizia con la consapevolezza e l’accettazione del proprio corpo e delle proprie emozioni. Gli studenti vengono incoraggiati all’auto-compassione e a riconoscere i propri limiti; ciò li aiuta a sviluppare una maggiore fiducia in se stessi.

Parallelamente, il rispetto per gli altri è promosso attraverso l’insegnamento dell’empatia e della collaborazione. Le pratiche di gruppo dello Yoga Educativo incoraggiano gli studenti a lavorare insieme, a supportarsi a vicenda e a comprendere e rispettare le differenze individuali

Questa attenzione reciproca favorisce un ambiente inclusivo e solidale, dove ogni studente può sentirsi valorizzato e ascoltato.

Il principio dei buoni valori

Il principio dei buoni valori enfatizza l’importanza di manifestare i valori attraverso l’azione, non limitandosi soltanto a enunciarli verbalmente.

Questo principio insegna ai bambini e agli adolescenti che valori come l’integrità, l’onestà, la responsabilità e la compassione si dimostrano concretamente attraverso le proprie azioni quotidiane.

Attraverso esempi pratici e situazioni di vita reale, gli insegnanti di Yoga Educativo dimostrano agli studenti come i valori non siano solo concetti astratti, ma guide essenziali per le azioni e le scelte quotidiane.

Il principio dell'ascolto interiore

Il principio dell’ascolto consiste nel comprendere l’importanza di ascoltare la saggezza interiore che risiede in ognuno. Questo principio insegna ai bambini e agli adolescenti a connettersi con il proprio sé interiore, riconoscendo e valorizzando la propria intuizione e conoscenza interna.

Nella pratica dello Yoga Educativo, l’ascolto interiore è incoraggiato attraverso tecniche di meditazione, riflessione e consapevolezza del momento presente. Queste pratiche aiutano gli studenti a quietare la mente, a mettere da parte le distrazioni esterne e a concentrarsi sul proprio mondo interiore. In questo spazio di quiete e introspezione, possono emergere intuizioni e comprensioni profonde.

La pratica dell’ascolto interiore è descritta come un “pozzo di eterna saggezza”, una fonte interna – ed eterna – di guida e ispirazione. Gli studenti vengono incoraggiati a fidarsi di questa saggezza interiore, sviluppando così una maggiore autostima e fiducia nelle proprie capacità.

Il principio della centralità della famiglia

Il principio della centralità si basa sul ruolo cruciale che la famiglia gioca nella crescita e nell’educazione dei bambini e degli adolescenti: si tratta del primo e più influente contesto educativo nella vita di un giovane individuo.

Incorporare lo Yoga Educativo nella vita familiare significa creare un ambiente domestico che sostiene e riflette i principi di rispetto, empatia, consapevolezza e crescita personale.

Inoltre, questo principio enfatizza l’importanza anche degli altri ambiti educativi, come la scuola e la comunità. La collaborazione tra la famiglia e questi diversi ambienti può creare un approccio olistico all’educazione, in cui i valori e gli insegnamenti appresi vengono rafforzati e ampliati in diversi contesti sociali ed educativi.

Il principio della gratitudine

Il principio della gratitudine enfatizza la gratitudine come fonte essenziale di vera felicità. Questo principio insegna ai bambini e agli adolescenti a coltivare un atteggiamento di ringraziamento e apprezzamento per le esperienze e le persone della loro vita, riconoscendo il valore e la bellezza anche nelle piccole cose.

Coltivare la gratitudine aiuta a sviluppare un senso di abbondanza e contentezza, contrastando le tendenze alla negatività e all’insoddisfazione. Gli studenti imparano a vedere il mondo e le loro esperienze con occhi positivi, rafforzando il loro benessere emotivo e mentale.

Incorporando il principio della gratitudine, lo Yoga Educativo promuove non solo la felicità personale, ma anche l’empatia e la gentilezza verso gli altri, creando una comunità più compassionevole e connessa.

Il principio della preparazione personale dell'educatore

insegnate di yoga educativo in classe

Questo principio si basa sull’idea che per guidare efficacemente gli studenti, l’educatore debba prima intraprendere un proprio percorso di crescita e apprendimento.

Ciò avviene attraverso il concetto di Kenkyo e di Mikkyo.

Il Kenkyo (in giapponese “umiltà”) implica che gli insegnanti di Yoga Educativo dovrebbero cercare attivamente opportunità di apprendimento professionale, sia attraverso la formazione formale che attraverso l’osservazione e l’apprendimento dalle esperienze degli altri insegnanti.

Mikkyo (in giapponese “insegnamenti segreti”), o l’esperienza personale, significa che l’educatore dovrebbe anche essere impegnato in una pratica personale costante. Questo include non solo la pratica fisica dello yoga, ma anche la riflessione personale, la meditazione e l’approfondimento dei principi filosofici e spirituali dello yoga.

Il principio dell'empatia

Il principio dell’empatia insegna che solo l’agire permette di sentire la ricchezza della relazione empatica, anziché le sole parole. 

Ciò insegna a bambini e adolescenti l’importanza di sviluppare una comprensione profonda delle emozioni, sia le proprie che quelle degli altri, e manifestare questa consapevolezza attraverso azioni che dimostrino empatia e rispetto.

Il principio di radicamento e stabilità

Questo principio di Yoga Educativo insegna ai bambini e agli adolescenti l’importanza di sviluppare un senso di sicurezza interna attraverso la ricerca della propria centralità.

Nello Yoga Educativo, la stabilità fisica è promossa attraverso l’allenamento delle abilità posturali e dell’equilibrio. Gli studenti imparano a mantenere posizioni fisiche con forza e controllo, sviluppando una maggiore consapevolezza del proprio corpo e della sua capacità di rimanere stabile.

Parallelamente, la stabilità mentale è incoraggiata attraverso pratiche di meditazione, di respirazione e di concentrazione. Gli studenti apprendono come calmare la mente, ridurre lo stress e sviluppare l’equilibrio emotivo. Questo contribuisce alla creazione di una maggiore sicurezza interna grazie alla quale gli studenti si sentono centrati e in pieno controllo delle loro emozioni e delle loro reazioni.

Il concetto di “centralità” sottolinea l’importanza di trovare un punto di equilibrio e di riferimento interno: questo aiuta gli studenti a navigare con successo nel mare tumultuoso composto dalle sfide della vita quotidiana, affrontando le difficoltà con calma e determinazione.

Il principio della trasformazione

Tra i principi dello yoga educativo, troviamo anche il principio di trasformazione, il quale insegna ai bambini e agli adolescenti a vedere le difficoltà come opportunità di crescita e apprendimento

In questo modo, li si incoraggia a trasformare sfide, ostacoli e avversità in occasioni per sviluppare forza, resilienza e saggezza.

Il nemico può diventare amico e il veleno medicina: gli studenti imparano a vedere le situazioni complesse o negative come opportunità per sviluppare comprensione, compassione e resilienza

Le difficoltà non sono più viste come ostacoli insormontabili, ma come parte del percorso di crescita.

In conclusione...

Ora conosci i principi dello Yoga Educativo!

Se aspiri a diventare un insegnante di yoga, il corso di Yoga Educativo, riconosciuto dal MIUR, rappresenta la scelta ideale per il tuo percorso formativo: visita la pagina dedicata ai corsi per diventare insegnanti di Yoga Educativo o leggi la nostra guida come diventare insegnante di Yoga per bambini!

Se l’argomento ti interessa, scopri i benefici dello yoga online.

Conosci gli autori!

Primo piano di Lida Georg
Dott.ssa Lida Georgantjeli

Istruttrice certificata di Oki do Yoga, con un master in “Yoga Studies” conseguito presso l’Università degli studi di Venezia, è docente a contratto del corso di alta formazione “Yoga Educativo a scuola” presso l’Università degli Studi di Padova.

Co-Fondatrice e Presidente della Ssd “Yoga Educativo”.

Primo piano di Massimo Comunello
Dott. Massimo Comunello

In possesso di un dottorato di ricerca in Scienze pedagogiche, dell’educazione e della formazione presso l’Università degli studi di Padova. La tesi del dottorato ha riguardato la formazione dei formatori in Yoga Educativo.

Docente a contratto del corso di alta formazione “Yoga Educativo a scuola”. il Corso di Alta Formazione presso UniPd è stato ideato dai fondatori di Yoga Educativo, insieme al Direttore Prof. Luca Agostinetto.

Co-Fondatore e Presidente della Ssd “Yoga Educativo”.

I nostri Corsi di Formazione

I nostri corsi di formazione sono accreditati MIUR e presenti in diverse regioni in Italia, in differenti modalità: in presenza/online, nei weekend/settimana intensiva. Scoprili tutti cliccando sul tasto qui sotto.

yoga educativo: yoga in classe
it_ITItalian