Come risolvere lo stress nei bambini con lo Yoga Educativo

A causa dell’incidenza sempre più alta, lo stress nei bambini è un fenomeno che sta attirando l’attenzione degli esperti.

In questo articolo ti spiegheremo quali sono le cause principali dello stress e quali sono i sintomi a cui devi prestare la massima attenzione.

Ti spiegheremo anche in che modo lo Yoga Educativo può fornire a un bambino stressato gli strumenti per ritrovare il proprio benessere!

Tabella dei Contenuti

Bambini stressati: perché accade?

Il fenomeno dello stress nei bambini è complesso e multifattoriale

Tra le cause principali troviamo le pressioni scolastiche: spesso, i bambini devono gestire compiti, valutazioni e aspettative di rendimento talvolta superiori alle loro capacità.

Oltre a queste, possono essere causa di stress anche eventi inattesi, come i problemi familiari, la nascita di un fratellino o di una sorellina, la perdita di un caro o i traslochi.

L’iper-connessione della società contemporanea rappresenta un’ulteriore possibilità di stress: i bambini sono esposti a un costante flusso informativo e a numerose pressioni sociali tramite i social media. Questi strumenti, se da un lato offrono opportunità di apprendimento e socializzazione, dall’altro possono essere fonte di stress e confronto sociale, spesso difficile da gestire per i più giovani.

In generale, è fondamentale considerare la percezione che il bambino ha di queste situazioni: ciò che può sembrare gestibile per un adulto, può essere fonte di grande ansia e stress per un bambino.

In questo caso, il contesto sociale e familiare gioca un ruolo cruciale: bambini che vivono in ambienti supportivi riescono a gestire lo stress in maniera più efficace, mentre quelli che vivono in contesti meno favorevoli possono essere più vulnerabili.

Che sintomi può dare lo stress nei bambini?

Bambino che soffre di stress nei bambini

Lo stress nei bambini può manifestarsi attraverso un’ampia varietà di sintomi, che variano notevolmente in base all’età, alla personalità e al contesto in cui il bambino vive.

Tali sintomi includono problemi comportamentali, emotivi, cognitivi e fisici, riflettendo in questo modo l’ampio impatto che lo stress ha sullo sviluppo e sul benessere generale del bambino

Vediamo nel dettaglio quali sono questi sintomi!

Sbalzi di umore

Tra i sintomi più evidenti dello stress nei bambini spiccano gli sbalzi di umore.

Si tratta di cambiamenti improvvisi dello stato d’animo, senza che vi sia necessariamente un evento scatenante evidente

Tali cambiamenti emotivi possono confondere i genitori e gli educatori, rendendo difficile interpretare i segnali che il bambino sta inviando. È importante sottolineare che questi sbalzi di umore non sono semplicemente capricci o comportamenti problematici; sono, invece, manifestazioni esterne di un disagio interno che il bambino potrebbe non essere in grado di esprimere in altro modo.

La comprensione e la gestione di questi sbalzi di umore richiedono un approccio empatico e paziente. Gli adulti dovrebbero cercare di mantenere una comunicazione aperta, incoraggiando il bambino a esprimere i propri sentimenti. 

Questo non solo può aiutare a identificare le cause dello stress ma anche a rafforzare il legame tra il bambino e l’adulto, fornendogli un senso di sicurezza e comprensione.

La gestione degli sbalzi di umore può includere anche tecniche di rilassamento o attività che il bambino trova piacevoli e calmanti

Tuttavia, se gli sbalzi di umore sono frequenti o particolarmente intensi, è essenziale considerare il supporto di un professionista!

Difficoltà di concentrazione e apprendimento

La difficoltà di concentrazione e apprendimento è un altro sintomo significativo dello stress nei bambini.

Ciò influenza direttamente il loro rendimento scolastico e la capacità di assorbire nuove informazioni. Questo si manifesta spesso causando difficoltà a seguire le lezioni, a mantenere alta l’attenzione a lungo e a completare i compiti assegnati

A differenza degli sbalzi di umore, che sono più facilmente individuabili, questi sintomi possono non essere immediatamente evidenti.

I bambini stressati possono apparire distratti, disinteressati o frustrati, non perché manchino di impegno o interesse, ma a causa della tensione emotiva e mentale che stanno sperimentando.

Per affrontare queste difficoltà, è fondamentale creare un ambiente di apprendimento calmo e supportivo, dove i bambini si sentano ascoltati e compresi. Strategie come la suddivisione dei compiti in parti più gestibili o l’introduzione di pause frequenti possono aiutare a migliorare la concentrazione

Anche in questo caso, se le difficoltà di concentrazione persistono o influenzano in modo significativo la vita del bambino, può essere opportuno cercare il supporto di un professionista.

Iperattività

L’iperattività può essere un altro modo in cui lo stress si manifesta nei bambini. 

Questo sintomo è contraddistinto da un aumento dell’energia fisica e da difficoltà nel mantenere la calma o restare seduti per periodi prolungati.

Talvolta, può essere confuso con disturbi dell’attenzione come l’ADHD, tuttavia, nel contesto dello stress nei bambini, l’iperattività è spesso una reazione temporanea a sentimenti di ansia o tensione interne. L’iperattività può essere anche un tentativo di distrarsi da pensieri o preoccupazioni stressanti.

In generale, i bambini stressati possono apparire irrequieti, muoversi costantemente o avere difficoltà a concentrarsi su un’unica attività per più di qualche minuto alla volta. 

Questo comportamento è una manifestazione fisica del loro disagio interno: cercano di scaricare l’energia accumulata derivante dallo stress attraverso l’attività fisica.

Proseguendo nell’articolo, ti spiegheremo come lo Yoga Educativo può risultare efficace nel gestire questo sintomo!

Problemi fisici

Tra i sintomi dello stress nei bambini, i problemi fisici occupano un posto importante e sono spesso tra i primi segnali osservabili

Questi possono includere mal di testa ricorrenti, disturbi gastrointestinali, problemi del sonno e la perdita dell’appetito. Tali sintomi sono espressioni tangibili della tensione emotiva e dello stress che il bambino sta vivendo.

Infatti, il corpo del bambino reagisce allo stress attivando la risposta di “lotta o fuga”, un meccanismo di difesa che può portare a varie manifestazioni fisiche. Il mal di testa e il mal di stomaco, ad esempio, possono essere causati dalla tensione muscolare o da cambiamenti nella digestione e nell’assorbimento dei nutrienti. I problemi del sonno, d’altra parte, possono derivare dall’incapacità del corpo di rilassarsi completamente a causa dell’ansia o dei pensieri preoccupanti.

È fondamentale che i genitori e/o gli educatori riconoscano questi segnali e non li sottovalutino, poiché possono essere indicatori di un bisogno di supporto emotivo maggiore

L’approccio migliore consiste nel fornire un ambiente di ascolto e supporto, incoraggiando il bambino a parlare delle sue preoccupazioni e sensazioni.

Lo Yoga Educativo per alleviare lo stress nei bambini

Bambina che soffre di stress nei bambini

Lo Yoga Educativo è uno strumento molto efficace per alleviare lo stress nei bambini.

Si tratta di un’occasione preziosa perché il bambino impari a prendersi una pausa, concentrarsi sulla respirazione e ritrovare la calma e la serenità, elementi essenziali per favorire una crescita armoniosa e priva di preoccupazioni.

Infatti, attraverso lo Yoga Educativo i bambini apprendono un sacco di strumenti che consentono loro di identificare e gestire le proprie emozioni e le loro manifestazioni.

Questo processo di scoperta interiore è supportato dall’introduzione di tecniche di rilassamento semplici ma efficaci, utili sia nell’ambiente scolastico che in quello extrascolastico.

Vediamo nel dettaglio quali tecniche dello Yoga Educativo possono alleviare lo stress nei bambini!

Trovare il mare calmo

Il concetto di “trovare il mare calmo” nell’ambito dello Yoga Educativo si traduce in un invito per i bambini a esplorare uno spazio di serenità e introspezione mediante l’utilizzo degli strumenti forniti durante il percorso. 

Percorrendo le varie fasi dell’Onda dello Yoga Educativo, infatti, i più piccoli impareranno a crearsi un rifugio tranquillo, simile a un “angolo di mare calmo”, dove potranno ritirarsi per riflettere e ascoltare se stessi, in pace

Questo approccio non solo aiuta ad alleviare lo stress quotidiano, ma promuove anche una maggiore consapevolezza di sé, insegnando ai bambini a riconoscere e gestire le proprie emozioni in modo costruttivo.

Approfondisci I principi dello Yoga Educativo!

Giochi di scarico

Il gioco non è solo divertimento! È una componente essenziale dell’apprendimento e dello sviluppo infantile. Attraverso il gioco, infatti, i bambini imparano a navigare nella realtà, a comprendere le dinamiche sociali e a esprimere se stessi.

Nello specifico, i giochi di scarico dello Yoga Educativo, proposti subito dopo il cerchio di accoglienza e prima degli esercizi di respirazione, mirano a riequilibrare l’energia e, conseguentemente, ridurre lo stress.

Questi giochi, spesso praticati in gruppo, insegnano anche importanti lezioni di cooperazione e rispetto reciproco, rafforzando le capacità di adattamento dei bambini e migliorando la loro attenzione e concentrazione.

Per approfondire l’argomento, leggi L’importanza del gioco nello yoga per bambini.

Esercizi di respirazione

Gli esercizi di respirazione, o Pranayama, costituiscono una componente fondamentale dello Yoga Educativo, nonché uno strumento molto efficace per la gestione dello stress nei bambini. 

Praticare il Pranayama significa imparare a regolare il flusso di energia vitale (prana) attraverso tecniche respiratorie specifiche che non solo purificano i canali energetici del corpo, ma migliorano anche la salute fisica e mentale. Questa pratica aiuta a stabilizzare la mente, facilitando l’accesso a uno stato di meditazione profonda, di quiete e di silenzio interiore.

Attraverso il Pranayama, i bambini acquisiscono la capacità di rimanere ancorati nel presente, migliorando così la loro concentrazione e riducendo i livelli di stress.

In particolare, nell’Onda dello Yoga Educativo il bambino, dopo una iniziale fase di tensione (cerchio di accoglienza e giochi di scarico), viene introdotto alla fase di rilassamento mediante gli esercizi di respirazione. Solo in questo modo potrà raggiungere una serenità e una calma tali da rendere efficaci le tecniche di visualizzazione!

Per approfondire l’argomento, leggi Esercizi per la respirazione per i bambini.

Asana per alleviare lo stress nei bambini

L‘integrazione delle asana, o posizioni yoga, nella vita quotidiana dei bambini offre benefici che vanno ben oltre il miglioramento della loro flessibilità e forza fisica

Le asana favoriscono lo sviluppo dell’equilibrio e della coordinazione, rendono i bambini più consapevoli del proprio corpo e insegnano loro a controllare meglio la respirazione. Tali abilità si rivelano preziose nella gestione dello stress e dell’ansia!

Ma non solo. Incoraggiando i bambini a esercitare il pensiero critico e migliorando la loro capacità di analizzare situazioni e reazioni con maggiore consapevolezza, le asana guidano i più piccoli verso una profonda autoconoscenza, aiutandoli a riconoscere, comprendere e accettare le proprie emozioni e stati d’animo.

Oltre ai benefici personali, grazie alla pratica costante i bambini impareranno a costruire connessioni con se stessi e con gli altri in un ambiente non competitivo, che valorizza l’empatia, il rispetto e l’accettazione reciproca

In definitiva, si tratta di un’ottimo strumento per combattere lo stress nei bambini!

Per approfondire l’argomento leggi Le posizioni di yoga per bambini.

In conclusione...

Ora sai quali sono le cause dello stress nei bambini e come combatterlo. Come hai potuto scoprire, lo Yoga Educativo è un ottimo strumento per farlo e per favorire uno sviluppo completo e armonioso!

Se ambisci a diventare un insegnante di yoga per bambini con una qualifica professionale riconosciuta, il corso di Yoga Educativo è perfetto per te!

Il nostro percorso ti fornirà una formazione completa, in linea con gli standard educativi internazionali, e ti permetterà di ottenere una qualifica professionale valida.

Essendo riconosciuto dal MIUR, questo corso garantisce che la tua formazione si basi su principi pedagogici solidi e ti consente di portare lo yoga a scuola, migliorando la vita dei tuoi studenti!

Scopri come diventare insegnante di Yoga per bambini!

Conosci gli autori!

Primo piano di Lida Georg
Dott.ssa Lida Georgantjeli

Istruttrice certificata di Oki do Yoga, con un master in “Yoga Studies” conseguito presso l’Università degli studi di Venezia, è docente a contratto del corso di alta formazione “Yoga Educativo a scuola” presso l’Università degli Studi di Padova.

Co-Fondatrice e Presidente della Ssd “Yoga Educativo”.

Primo piano di Massimo Comunello
Dott. Massimo Comunello

In possesso di un dottorato di ricerca in Scienze pedagogiche, dell’educazione e della formazione presso l’Università degli studi di Padova. La tesi del dottorato ha riguardato la formazione dei formatori in Yoga Educativo.

Docente a contratto del corso di alta formazione “Yoga Educativo a scuola”. il Corso di Alta Formazione presso UniPd è stato ideato dai fondatori di Yoga Educativo, insieme al Direttore Prof. Luca Agostinetto.

Co-Fondatore e Presidente della Ssd “Yoga Educativo”.

I nostri Corsi di Formazione

I nostri corsi di formazione sono accreditati MIUR e presenti in diverse regioni in Italia, in differenti modalità: in presenza/online, nei weekend/settimana intensiva. Scoprili tutti cliccando sul tasto qui sotto.

yoga educativo: yoga in classe
it_ITItalian